skip to Main Content

Ultime linee guida per i malati reumatici durante l’emergenza Covid19, inviate dall’EULAR (organizzazione che riunisce tutte le società europee di reumatologia)

During the current COVID-19 coronavirus outbreak there are likely to be questions and special anxieties for people with Rheumatic Musculoskeletal Diseases (RMDs) who are taking immune suppressive medicines like biologic drugs, JAK inhibitors, steroids and conventional disease modifying anti-rheumatic drugs (DMARDs) e g. methotrexate.

Immune suppressive drugs are useful to prevent a worsening of your RMD. When you stop these drugs, you may experience a flare-up of the RMD. With regard to the effect of these drugs on a possible Coronavirus infection, we do not yet know enough to offer formal advice. We therefore advise you not to stop or reduce your medication at this time, unless your physician tells you otherwise for a specific reason.

In the event that you have a routine rheumatology appointment booked it would be wise to ask your doctor or rheumatologist if this is essential, or can be safely delayed, or if it can be performed by telephone or some other remote device. This facility may vary in availability across different health care settings.

If you have symptoms such as fever or persistent cough, you may need to be tested for coronavirus. If these symptoms are present, you should follow the national advice for access to health care, often via phoning to advice hotlines.

Depending on the results, if you are positive for COVID-19 you should interrupt your biologic therapy, as you would for any active infection; the treatment may be resumed after the infection has cleared. Please discuss this with your doctor or rheumatologist. You should continue your steroids as prescribed but again this must be discussed with your doctor or rheumatologist.

Meantime, if not already done, it would be wise to undertake or complete vaccination protection according to EULAR recommendations and or national guidelines, at present with priority against influenza, but also against whooping cough and pneumococcus,

EULAR would recommend firstly that you look for, and abide by, the advice offered by your national public health care system, as they will have the most up to date information that is tailored for the circumstances in different regions.

Simple measures are likely to help to preserve your health and that of your family and friends:

  • Wash your hands very regularly for at least 20 seconds using soap and water. Dry hands thoroughly afterwards.
  • Try to avoid touching your face.
  • Coughing or sneezing should be into an elbow or tissue paper and the latter should be discarded safely.
  • Use disposable tissues.
  • Wear a mask when you are ill; if there are no symptoms it is not necessary to wear a mask. The mask cannot completely prevent virus transmission, but it is a good reminder of not touching your face and serves to warn others that you may not be well.
  • Practice sensible social distancing especially from people who appear to be ill, e.g. coughing or sneezing.
  • We should greet each other without shaking hands, and avoid hugs.
  • Try to avoid busy public transport and large groups of people.

Do not embark on unnecessary travel at this time to certain geographical areas – please pay attention to public health advice to guide you in this.

AIFA Agenzia Italiana del Farmaco: misure transitorie relative alla proroga dei piani terapeutici AIFA in tema di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19

In considerazione della necessità di ridurre il rischio di infezione da SARS-CoV-2 nei pazienti anziani e/o con malattie croniche, limitando l’affluenza negli ambulatori specialistici al fine di ottenere il rinnovo di piani terapeutici di medicinali soggetti a monitoraggio AIFA web-based o cartaceo, AIFA comunica le seguenti disposizioni transitorie. Tali misure saranno valide per il tempo strettamente necessario alla gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.
In particolare si comunica che la validità dei piani terapeutici (PT) web-based o cartacei già sottoscritti dai medici specialisti e che risultano in scadenza nei mesi di marzo e aprile sarà estesa di 90 giorni a partire dal momento della scadenza. Al termine del suddetto periodo di proroga, in assenza di nuove comunicazioni, il rinnovo dei PT dovrà avvenire secondo le consuete modalità.
Nel caso il paziente presenti un peggioramento della patologia di base o un’intolleranza al trattamento, l’estensione di validità non potrà essere automatica, ma dovrà essere contattato lo specialista di riferimento con modalità che saranno definite dalle singole Regioni.

Ultima comunicazione da parte del presidente SIR (Società Italiana Reumatologia)

Alla luce della recente evoluzione dell’epidemia da Covid-19 e dei recentissimi provvedimenti adottati dal Consiglio dei Ministri estesi a tutta la popolazione Italiana, la SIR tiene a ribadire alcuni principi fondamentali di comportamento nei confronti dei pazienti reumatologici.

1) Si ribadisce che la sospensione generalizzata delle terapie farmacologiche per le patologie reumatologiche è un atteggiamento ingiustificato e rischia di generare una moltitudine di riattivazioni cliniche che sarebbero molto pericolose per la maggior parte dei nostri pazienti. Resta fermo l’invito a un monitoraggio stretto e a un atteggiamento terapeutico che deve essere valutato caso per caso da parte del clinico;

2) I pazienti reumatologici in trattamento con farmaci potenzialmente immunosoppressivi devono attenersi alle disposizioni ministeriali per la prevenzione delle infezioni; può essere incoraggiata, quando possibile e quando ritenuta utile, la pratica del lavoro a distanza;

3) Stiamo per richiedere ad AIFA una proroga temporanea sui rinnovi dei piani terapeutici per alcuni farmaci che richiedono questa procedura in modo da evitare afflussi ulteriori al SSN per i pazienti che necessitano di rinnovo, assicurando anche in questi casi la continuità terapeutica;

4) A fronte di alcuni quesiti pervenuti circa la limitazione della dispensazione del farmaco Tocilizumab che potrebbe essere richiesto per indicazione al trattamento di severe forme di polmonite interstiziale da Covid-19, comunico che Roche, interpellata nella giornata di ieri, ha assicurato di essere in grado di garantire un approvvigionamento del farmaco in modo che sia garantita la continuità terapeutica per i pazienti reumatologici in trattamento;

5) In linea con quanto disposto dalle autorità ministeriali è prevedibile che le attività ambulatoriali, di day hospital e infusionali possano essere fortemente limitate in questo periodo presso tutti i presidi reumatologici. La SIR invita i clinici a mantenere uno stretto controllo sui pazienti in trattamento con farmaci biologici, mantenendo in attività tutti i servizi ambulatoriali per l’accoglienza e il monitoraggio di questi pazienti.

Luigi Sinigaglia – Presidente SIR

I pazienti reumatici devono proseguire con le cure

CAMPAGNA INFORMATIVA

Al fine di non far “collassare” il numero unico emergenze 112 è stato istituito il

numero verde 800 894 545

dove risponde L’Unità di Crisi di Regione Lombardia che può dare indicazioni e risposte in merito all’emergenza CoronaVirus. Inoltre, in caso di reali e fondati sospetti si può contattare il numero 1500.

10 comportamenti per evitare il contagio

Il Ministero della Salute ha emanato 10 comportamenti da seguire per evitare di essere contagiati dal Coronavirus ed evitare allarmismi.

1. Lavati spesso le mani

2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute

3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani

4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci

5. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol

6. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico

7. Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni

8. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate

9. I prodotti MADE IN CHINA e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi

10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus

Qui di seguito il link (da aprire) della Società Italiana di Reumatologia riguardo il Coronavirus.

https://www.reumatologia.it/cmsx.asp?IDPg=1070

In febbraio gli specialisti di Reumatologia rispondono alle vostre domande.

Durante il mese di febbraio gli specialisti dell’ASST Gaetano Pini-CTO rispondo alle domande dei lettori sulle malattie reumatologiche

Gli specialisti dell’equipe di Reumatologia clinica, diretta dal prof. Roberto Caporali e quella di Reumatologia Pediatrica, diretta dal prof. Rolando Cimaz, rispondono alle domande dei lettori il martedì e il venerdì dalle 13 alle 16 al numero 3663155972, oppure alla mail meseprevenzione@gmail.com

nell’ambito del mese della prevenzione della rivista “Donna Moderna”.

Il settimanale ha deciso di dedicare questo spazio a chi è affetto da patologie reumatologiche perché sono malattie spesso trascurate e di cui ancora si parla troppo poco. Eppure il numero di malati reumatici è in aumento, di cui il 37% ha difficoltà a trovare uno specialista, il 55% deve recarsi da più specialisti per curare la malattia, l’85% non trova ambulatori multidisciplinari, il 59% non conosce le agevolazioni, i diritti e i benefici previsti dalle legge[1].

Per ovviare, almeno in parte, a queste esigenze il Presidio Pini ha avvitato il progetto “Da 0 a 100” che mette in stretta connessione la Reumatologia Clinica e la Reumatologia Pediatrica per consentire agli specialisti di seguire i pazienti dai primi anni di vita fino all’età adulta, senza interrompere le cure nel delicato momento della transizione, ossia quando a 16 anni bisogna lasciare il pediatra per farsi seguire da un reumatologo dell’età adulta.

La Pediatria nella pratica clinica

Dal 6 all’8 febbraio 2020 si è svolto a Milano, nella splendida cornice del Palazzo delle Stelline, il Congresso “La Pediatria nella pratica clinica”. Organizzato dal Prof. Zuccotti, questo congresso 2020 è nato per favorire le iniziative di confronto con altri specialisti su tematiche che i Pediatri incontrano quotidianamente nella loro pratica clinica.
La nostra dottoressa Micol Romano relatrice sabato alle ore 12.00 con il tema: “E se non fosse la solita febbre?”
Orgogliosi della splendida figura che Micol sa essere per ARG-ITALIA Onlus, della professionalità e dolcezza che adopera nella cura dei nostri bambini.

Vuoi diventare Volontario con noi?

Sei disponibile a dedicare 1 mattina alla settimana/o ogni 15 giorni (dalle 9.00 alle 12,30) ai nostri piccoli pazienti e alle loro famiglie? Potrai far parte della nostra famiglia!

E’ una mattina che riempie d’amore, di sensazioni dolcissime, di comprensione e rispetto. E’ un’esperianza che fa crescere e riempie di calore e umanità.

Tener compagnia e far giocare i bambini in attesa delle visite, informare e aiutare i genitori che lo richiedono, collaborare alla campagna di prevenzione dell’artrite idiopatica (reumatoide) giovanile.

La sede è l’Istituto Ortopedico Gaetano Pini di Milano, Ambulatori di Reumatologia Pediatrica.

Per informazioni telefonare a ARG-ITALIA Onlus al nr. 340.2264313, oppure inviare una email ad infoargitalia@gmail.com. Ci sarà un breve corso di apprendimento e poi l’affiancamento ad altri volontari già esperti.
Contiamo anche su di te!

CHRISTMAS INFUSION

Ecco il nuovo evento ARG-ITALIA Onlus.
Siete invitate tutti, ma proprio tutti… con amici e conoscenti, colleghi di lavoro, vicini di casa…
Il posto è carino, il pesce è freschissimo, il sushi e i pokè sono sfiziosi.
Dalle ore 18.00 in avanti sarà un piacevole “andirivieni” di sorrisi, aperitivi e abbracci… e chi deve andar via per “cenette natalizie” fa comunque in tempo a passare.
Donazione a partire da € 15,00. Il ricavato della serata sarà devoluto ad ARG-ITALIA Onlus.

Back To Top